fbpx

Il risparmio è dietro l’angolo con il Cashback di Stato

Il Covid19 ha indubbiamente cambiato molti aspetti della nostra vita quotidiana. Abbiamo scoperto l’importanza di proteggerci con dispositivi di protezione personale, quali mascherine e gel igenizzante, lo stare per qualche tempo un pò più lontani gli uni dagli altri per poter stare più vicini dopo. Ma ha anche apportato delle rivoluzioni in ambito lavorativo, come l’incremento dello smart working, non molto diffuso in Italia prima della pandemia. Si è anche pensato a quali sono i veicoli che possono permettere l’espansione dei contagi, come ad esempio il contante. Per questo l’iniziativa Cashback di Stato, messa a punto dal Governo nella Legge di Bilancio 2020, vuole incentivare l’uso di carte di credito, debito e servizi di pagamento digitale. L’obiettivo non è solo rallentare i contagi, ma anche modernizzare il Paese, favorire lo sviluppo di un sistema più veloce, semplice e trasparente e contrastare l’evasione fiscale.

Dal 1° gennaio, infatti, è partita l’iniziativa che ci accompagnerà fino al 30 giugno 2022, la quale prevede un rimborso sulle spese eseguite presso qualunque negozio fisico con carte di credito, prepagate o debito. Non sono incluse le spese effettuate online o quelle legate alla propria attività professionale.

Il piano di rimborso non pone limite alle tipologie di acquisto, incentivando soprattutto le piccole spese: dal caffè al parrucchiere.

In questa fase viene riconosciuto un rimborso semestrale pari al 10% di quanto speso dal consumatore fino a un massimo di 1.500 euro e perché si facciano almeno 50 operazioni cashless a semestre: di fatto si potrebbe trattare quindi di un rimborso massimo di 150 euro. Attenzione perché ogni pagamento sarà considerato fino ad un massimo di 150 euro (questo per favorire non chi fa pagamenti consistenti ma chi fa più operazioni di pagamento cashless). Ci sarà inoltre un Supercashback: in pratica un rimborso che verrà riconosciuto ogni sei mesi per 1.500 euro, in aggiunta al cashback standard ai primi 100.000 registrati che abbiano effettuato il maggior numero di operazioni cashless, a patto che eseguano almeno 50 operazioni di pagamento. Sulla app IO o sui sistemi di attivazione degli operatori sarà possibile ogni giorno visualizzare la classifica del Supercashback e quindi capire in che posizione ci si trova rispetto agli altri. La classifica definitiva del primo semestre (pagamenti dal 1 gennaio 2021 al 30 giugno 2021) sarà visualizzata il 10 luglio 2021.

>> Partecipa anche tu, attivalo dall’app della tua banca o scarica l’app IO.it e inizia a risparmiare!



UnipolSai