fbpx

L’Italia diventa sempre più Pet Friendly

A partire dalla primavera dello scorso anno, con la pandemia da Covid sono aumentati di oltre 3,5 milioni gli italiani che hanno deciso di portare a casa un amico a quattro zampe per superare lo stress dei lockdown e delle misure anti contagio. Nel 2020 il desiderio di trovarsi accanto un animale domestico, acquistandolo o adottandone uno, è aumentato drasticamente, rivela un’analisi della Coldiretti. Uno scenario sociale italiano sempre più “pet friendly” dove il 28% delle case ospita almeno un cane. Una diffusione che sta cambiando i comportamenti degli italiani con 1 famiglia su 5 che non si stacca dai propri animali domestici neppure se deve partire per una vacanza.

Questo però ha anche contribuito ad incrementare la diffusione di animali illegali nel paese, ed ha reso necessario che la Coldiretti stringesse un accordo con Enci, l’ente nazionale della cinofilia italiana, con l’obiettivo di contrastare le importazioni illecite dall’estero e promuovere il circuito legale degli allevamenti locali, in grado di offrire la cura di operatori competenti che pensano al benessere degli animali.

Le importazioni clandestine

Il mercato nero di centinaia di migliaia di cani e gatti apre le porte ad un business criminale che vale 300 milioni di euro l’anno. Il traffico di animali da compagnia costituisce un danno per tutti. Oltre che gli allevatori e i rivenditori onesti, il mercato nero colpisce in primis gli animali stessi, vittime quasi sempre di maltrattamenti ed abusi. Si tratta spesso di cuccioli di poche settimane, quasi sempre non svezzati e ovviamente senza microchip d’identificazione come richiesto dalla legge.
Questi animali, troppo spesso rimpinzati di farmaci per farli sembrare in buona salute, vengono introdotti nel territorio nazionale accompagnati da una documentazione contraffatta che ne attesta la falsa origine italiana e riporta trattamenti vaccinali e profilassi mai eseguiti.
Inoltre, l’acquisto di cuccioli di razza attraverso circuiti non legali si traduce, purtroppo, frequentemente in una spesa maggiore a lungo termine in cure mediche o addirittura nella morte dell’animale.

L’Italia sempre più ‘pet friendly’

Per questo il progetto di Coldiretti ed Enci punta a incentivare “Campagna Amica” negli agriturismi, con lo scopo di dare l’ospitalità agli amici a quattro zampe e realizzare aree dedicate alle attività cinofile. Creando percorsi di formazione per gli operatori oltre allo sviluppo di attività che permettano di far entrare in contatto i bambini con il mondo degli animali domestici, con un particolare riferimento alle fattorie didattiche.

Lungo tutta la Penisola oltre 24mila agriturismi offrono spazi all’aperto e percorsi naturalistici per le famiglie e i loro animali. Gli agriturismi, spesso situati in zone isolate, in strutture familiari, con un numero contenuto di posti letto e a tavola e con ampi spazi all’aperto sono forse i luoghi piu’ sicuri per garantire il rispetto delle misure di precauzione per difendersi dal contagio, oltre che ospitare gli amici a quattro zampe.

Vuoi offrire una prova del tuo amore al tuo amico peloso?

UnipolSai C@ne&G@tto, è l’assicurazione animali domestici che unisce protezione su misura, tecnologia e un’assistenza attiva 24h su 24. Potrai usufruire di un sistema di geo – localizzazione satellitare, cliniche veterinarie convenzionate, rimborso spese cliniche e molto altro ancora.

Richiedi informazioni sulla polizza che fa per te!



UnipolSai