fbpx

Per molti italiani il ritorno sul posto di lavoro dopo il lockdown è fonte di paura e disorientamento.

Dopo aver visto in che modo il lockdown ha cambiato le nostre vite, in questo articolo realizzato da UNISALUTE scopriremo qual è il sentimento dei dipendenti in relazione al rientro sul luogo di lavoro, quali servizi vorrebbero a tutela della loro salute e che garanzie sono messe a disposizione.

Dalla ricerca emerge che quasi la metà degli intervistati (48%) si è sempre recata sul normale posto di lavoro dopo la fine del lockdown, contro un 23% che ha lavorato esclusivamente da casa e un altro 22% che ha alternato casa e azienda.

Inoltre, il 32% dei lavoratori tornati sul luogo di lavoro dopo il lockdown associa il rientro in sede a un senso di paura e insicurezza. I timori, nello specifico, sono legati al rischio di contrarre il Coronavirus in azienda, sui mezzi pubblici (31%) e al fatto che i colleghi possano non rispettare i protocolli di sicurezza (45%). La percentuale aumenta tra coloro che, dopo la fine del lockdown, continuano a lavorare solo da casa: per il 46% di questi, infatti, il ritorno in ufficio è motivo di paura.

QUALI SONO LE GARANZIE RICHIESTE DAI DIPENDENTI?

Il 73% dei lavoratori italiani ritiene estremamente importante che l’azienda in cui lavora o la cassa professionale a cui è iscritto offra delle garanzie per proteggerlo dai rischi legati al Coronavirus. Oltre al rispetto dei protocolli di sicurezza nazionali e regionali da parte dell’impresa (68%), più della metà degli intervistati mette in primo piano la possibilità di effettuare in tempi rapidi i test sierologici (58%) e i tamponi per il Covid-19 (57%). Inoltre, il 46% dei dipendenti vorrebbe che fosse assicurato un servizio di teleconsulto medico, per ottenere informazioni e consigli sul Coronavirus, e un altro 43% si sofferma sull’opportunità di ricevere i farmaci a domicilio.

In un momento delicato come quello che stiamo vivendo, è importante fare in modo che i lavoratori si sentano sicuri quando si recano in azienda, soprattutto perché il loro benessere e la loro serenità sono strettamente connessi al successo e alla solidità dell’impresa in cui operano.

Per questa ragione, sin dall’inizio dell’emergenza, UniSalute ha messo in campo delle proposte per far fronte alla pandemia da Covid-19: sono diverse, infatti, le aziende e i fondi che hanno esteso la copertura sanitaria, già offerta ai lavoratori attraverso UniSalute, con prestazioni dedicate all’emergenza Coronavirus.

#SicuriRipartiamo CARD, il pacchetto rivolto alle imprese che include una serie di servizi per continuare l’attività in sicurezza.
>> Richiedi ulteriori informazioni ai nostri esperti Erreci.

La CARD permette di ottenere numerosi vantaggi, e comprende sia proposte dedicate all’azienda che ai dipendenti. Ad esempio, il prelievo di campioni in azienda per test diagnostici relativi al Covid-19.
#SicuriRipartiamo CARD è rivolta a tutti i possessori di partita IVA, siano essi aziende di piccole o grandi dimensioni, attività al dettaglio, professionisti o lavoratori autonomi.

E PER I PRIVATI E LE FAMIGLIE?

Con la polizza #ANDRÀTUTTOBENE Premium, proteggi la tua salute e quella della tua famiglia. La polizza offre una tutela concreta nel caso di ricovero per Covid-19.

>> Scopri nel dettaglio cosa offre la polizza #ANDRÀTUTTOBENE Premium



Do NOT follow this link or you will be banned from the site!