fbpx

Vacanze: Sole, mare e… Abbandoni! šŸ˜¢

Per molti animali domestici lā€™estate segna lā€™abbandono. Un fenomeno che si ripropone ogni anno in vista delle vacanze e che sembra non avere fine.

Come ogni anno in estate si intensificano i casi di abbandoni di animali domestici. Iniziano le vacanze e non si sa dove mettere il cane o il gatto e allora lo si lascia per strada segnando la loro vita per sempre. Stando ai dati, nel solo mese di giugno sono infatti aumentate del 17% le cessioni di animali rispetto allo scorso anno e del 60% l’abbandono dei gatti. Guardando i dati del 2020 sono stati adottati oltre 42 mila cani, cā€™eĢ€ insomma Ā«un Paese diviso tra chi li ama e li tiene al proprio fianco come compagni di vita e chi, invece, li tradisce e come fossero inutili oggettiĀ», denuncia la LNCD Animal Protection.

Questo fenomeno ha conseguenze anche sulla sicurezza degli automobilisti, in quanto non sono pochi gli incidenti causati da animali vaganti. Se poi si tratta di incidenti mortali chi abbandona diventa responsabile di omicidio colposo. Lā€™abbandono, oltre a essere moralmente inqualificabile, eĢ€ un reato grave punibile fino a un anno di reclusione e a unā€™ammenda che va da 1.000 a 10.000 euro (art. 727 c.p.).

Questā€™anno lā€™associazione Lndc Animal protection in collaborazione con Anas ha lanciato la campagna AmamieBasta per invitare i cittadini a intervenire se incontrano un animale vagante.
In che modo? Bastano due azioni fondamentali: mettere subito lā€™animale in sicurezza e chiamare il numero verde Pronto Anas 800.841.148 e le forze dellā€™ordine (Polizia stradale, Carabinieri, Polizia locale, Vigili del Fuoco), tutti organi preposti per legge a intervenire. Un numero da segnarsi e portare sempre con seĢ. Se si assiste direttamente allā€™abbandono eĢ€ bene prendere il numero di targa per denunciare il colpevole. La collaborazione di tutti eĢ€ importantissima per porre un freno a questo fenomeno disumano e che purtroppo non diminuisce. Quando si accoglie un animale nella propria famiglia, eĢ€ per sempre. Non eĢ€ possibile pensare di abbandonarlo quando non fa piuĢ€ comodo. Gli abbandoni vanno ad alimentare il randagismo, soprattutto nelle regioni del Sud con le conseguenze che si conoscono. Lndc soccorre in media ogni anno 35.000 animali e offre cure a oltre 50.000 vittime di abbandono e maltrattamento.

Quali sono le cause principali dellā€™abbandono?

Tra le cause principali: il 62% delle Sezioni indica la morte dei proprietari anziani e nessun parente disposto a prendersi cura dell’animale, il 53% indica come causa il ricovero dei proprietari mentre, dato molto alto, il 53% delle Sezioni riferisce cessioni dovute all’aggressivitaĢ€ dell’animale. Dove per aggressivitaĢ€ peroĢ€, in alcuni casi, sono incluse anche piccole lesioni come graffi o contusioni che bastano per giustificare l’allontanamento dell’animale. In questo caso, il caldo sicuramente non sta aiutando (statisticamente favorisce l’aumento di aggressivitaĢ€ negli animali) ma anche l’adattamento alle nuovi routine familiari che portano stress ad umani ed animali. Sulla cessione degli animali incide anche la crisi economica, segnalata dal 45% delle sezioni, e, ancora, si da via l’animale per l’arrivo di un bambino in famiglia (33%). Si aggiunge anche il cambiamento delle abitudini post covid, e quindi il ritorno al lavoro e i trasferimenti di cittaĢ€.

Dai una prova dā€™amore al tuo amico a quattro zampe, UnipolSai puoĢ€ avere la soluzione giusta per te!
La polizza Unipol Cane e Gatto eĢ€ studiata appositamente per stare al fianco dei tuoi animali domestici e prenderti cura del loro benessere anche nei momenti piuĢ€ difficili!

Con Unibox Pets avrai un dispositivo tecnologico, da agganciare al collare del tuo animale, per montare i suoi movimenti segnalando tempestivamente la sua posizione in modo da evitare situazioni di potenziale pericolo. Inoltre questa garanzia ti offre un importante tutela per i danni che il tuo amico puoĢ€ causare a terzi o alle loro cose, difende i tuoi interessi in caso di controversie in sede extragiudiziale e giudiziale e ti rimborsa le spese veterinarie e, nel caso fosse necessario, ti rimborsa le spese per la rieducazione.

>> Richiedici maggiori informazioni



UnipolSai